"La prima regola di ogni tecnologia usata negli affari è che l'automazione applicata ad un'operazione efficiente ne ingrandirà l'efficienza. La seconda è che l'automazione applicata ad un'operazione inefficiente ne ingrandirà l'inefficienza."

− Bill Gates

Sistemi di automazione per tutte le necessità dell’azienda

TESLA progetta e sviluppa applicazioni software orientate all’automazione. In campo editoriale siamo presenti dal 1995 con sistemi di impaginazione automatica e gestione di contenuti tecnico-editoriali mentre in campo industriale sviluppiamo sistemi di controllo e di supervisione di processo. Grazie alla collaborazione con CADLAND è possibile provare una soluzione valida ed affidabile per la gestione di tutte le pubblicazioni aziendali.

I pacchetti TESLA

FrameEditor


FrameEditor genera pubblicazioni professionali con la garanzia della qualità di Adobe InDesign e Adobe FrameMaker utilizzando i contenuti monolingua o multilingua provenienti da programmi gestionali, da sistemi informativi, dai più diffusi database, da fogli di calcolo, da PDM, CMS, CAD …

L’esigenza: l’impaginazione “classica” impegna in modo pesante le risorse aziendali, snaturando spesso anche il ruolo dei grafici che vengono relegati a “copiare” e “incollare” manualmente i testi, i prezzi, le tabelle e le immagini con rischio di errori e perdite di tempo. Con FrameEditor si passa ad una gestione intelligente e snella di tutto il processo. Decisa la grafica ci si può dedicare solo ai contenuti. FrameEditor impaginerà i dati letti in modo automatico e lascerà il grafico libero di dedicarsi al suo lavoro .

Fasi d’impaginazione automatica

1) Il progetto grafico
La prima fase è la definizione della grafica d’impaginazione della pubblicazione. La costruzione del layout (o dei layout) della pubblicazione avviene direttamente sull’impaginatore (Adobe InDesign oppure Adobe FrameMaker) lavorando in modo classico.
Per automatizzare una pubblicazione già esistente è sufficiente utilizzarne i layout. Nella versione Developer, per facilitare il compito di creazione dei layout, sono disponibili modelli già impostati che possono essere modificati dall’utente.

2) Definizione dei dati
In questa fase vengono definiti i dati necessari alla pubblicazione. Questi dati possono essere letti dai database aziendali (es: AS/400, SQLServer, Oracle, …) oppure dai consueti programmi di gestione delle informazioni (Access, Excel, FileMaker, …)
FrameEditor è in grado d’effettuare automaticamente calcoli che possono rivelarsi essenziali per velocizzare il processo d’impaginazione (come la conversione dei prezzi in valute straniere) e qualsiasi tipo di elaborazione si renda necessaria ai dati in ingresso per essere coerenti con la pubblicazione.

3) Attivazione dell’impaginazione automatica
Le informazioni sul progetto grafico e sulla definizione dei dati vengono salvate in quello che viene definito “automazione del progetto editoriale”. E’ possibile avere più configurazioni che realizzano diverse pubblicazioni.
Con le versioni FrameEditor Maker e FrameEditor Developer è sufficiente scegliere una di queste configurazioni e attivare il processo di impaginazione.
Nella versione FrameEditor Remote (la versione Client/Server) questo processo viene attivato in modo automatico da “client” che possono trovarsi all’interno della rete aziendale oppure all’esterno attraverso Internet.

4) I file generati (.Indd, .FM oppure .PDF)
Dopo il processo di impaginazione otteniamo uno o più file di tipo Indd (Adobe InDesign), FM (Adobe FrameMaker) oppure direttamente PDF, pronti per essere consegnato al processo di stampa, sia questo direttamente in azienda (stampa interna a colori o bianco/nero), sia per l’offset che per il digitale.

Soluzioni di impaginazione automatica

Diverse sono le configurazioni tipiche per un sistema di impaginazione automatica il quale si adatta in modo semplice alle singole realtà aziendali.

1) Sistema monopostazione
Configurazione tipicamente per singolo utente.
E’ il sistema minimo per il funzionamento di un sistema di impaginazione automatica.
I software, i dati e le immagini risiedono tutti su un singolo computer. I dati potranno essere acquisiti dal sistema informativo adottato dall’utente (Sistemi basati su Oracle, SQLServer, ecc…), oppure da database di tipo Access, o anche da sistemi non propriamente creati per gestire i dati quali Excel.

2) Sistema con monopostazioni e dati distribuiti o su server
Questa configurazione è adatta tipicamente per quelle realtà dove più utenti accedono e lavorano sugli stessi dati.
Sul server risiedono le immagini e i dati mentre sulle singole postazioni gli utenti utilizzano FrameEditor con i dati e le immagini del server.

3) Sistema Client/Server
Questa configurazione è adatta per quelle realtà dove molti utenti accedono al sistema e dove il numero di pubblicazioni e la periodicità di generazione è particolarmente alta.
I programmi, i progetti di automazione editoriale, le immagini e i dati risiedono sul server.
L’utente può scegliere la tipologia di software da utilizzare ed è in grado anche di lanciare elaborazioni batch che verranno eseguite secondo una particolare priorità.

4) Sistema Page@Web
Questa configurazione è adatta per quelle realtà dove gli utenti accedono al sistema attraverso Internet (o l’intranet aziendale).
I programmi, i progetti di automazione editoriale e le immagini risiedono sul server, i dati possono risiedere sul server oppure possono venire forniti al momento della richiesta della pubblicazione.
L’utente quindi può scegliere la pubblicazione e i dati da pubblicare attraverso un normale browser.
Il sistema riceve la richiesta, la processa e torna all’utente che ne ha fatto richiesta una copia dell’impaginato in formato PDF.

Vantaggi di FrameEditor

  • Riduzione dei tempi di realizzazione
  • Abbattimento dei costi di stampa
  • Garanzia dei contenuti ad “errore zero”
  • Modifiche fino a poco prima della stampa

MEClib

CADLAND_TESLA_MEclib
MEClib è l’applicativo meccanico con libreria parametrica 2D a norme ISO e UNI.
MEClib è un prodotto compatibile con tutti i più diffusi sistemi CAD in commercio (AutoCAD, AutoCAD LT, GBG Draftmaker, Thinkdesign, HP PE/ME10, SOLID EDGE Origin, MicroStation, Cadkey, keyCreator, Helix Design System, VisiCAD, Metal Designer, IntelliCAD, CadVance e Omnicad).

1) Elementi parametrici
Viti, dadi, rosette, prigionieri anelli elastici, boccole, viti senza testa, spine, linguette, fori e lamature, OR, anelli di tenuta per alberi, carpenteria, ghiere, molle a tazza e volantini.

2) Moduli di calcolo
- Modulo molle a compressione
Calcola e genera molle del tipo a compressione, è possibile calcolare la risonanza e la stabilità, il tutto nel rispetto della norma UNI 7900-7:1981

- Modulo camme
Genera i particolari seguendo una legge di moto normalmente accelerato e consente di disegnare camme fino a 3 rampe di salita e fino a 3 rampe di discesa.

- Modulo ingranaggi
Consente di eseguire i calcoli di vite senza fine, ingranaggi cilindrici, spessore cordale e coppia conica spiroidale gleason.

3) Simbologie

- Simboli di saldatura
Questo modulo permette di rappresentare i simboli di saldatura secondo la norma UNI EN 22553:1997 con le indicazioni necessarie per la rappresentazione corretta ed esaustiva sul disegno.

- Simboli di rugosità
Il pannello relativo ai segni di lavorazione e rugosità permettono all’utente di inserire nel disegno i simboli più utilizzati per indicare il grado di lavorazione (o comunque lo stato) della superficie.

- Tolleranze di forma
Il comando relativo alle tolleranze di forma permette l’inserimento di simboli e valori di tolleranza geometrica quali parallelismo, concentricità, perpendicolarità.

- Accoppiamenti
Nel pannello degli accoppiamenti vengono visualizzati gli scostamenti (secondo la norma ISO) di accoppiamento albero/foro, inoltre viene visualizzato un pannello che consente di scegliere la tipologia di accoppiamento più idonea.

RoboCon

CADLAND_TESLA_RoboCon
RoboConMaster non è esclusivamente un prodotto per la supervisione, ma è il cuore delle interconnessioni tra i componenti di un impianto. A differenza di un supervisore classico è in grado di gestire parti di impianto, può essere dotato di un quadro sinottico interattivo ed utilizzabile come un pannello di controllo, ha funzionalità di registrazione dati, creazione report, può riprodurre comandi vocali o video esplicativi e molto altro ancora.

I prodotti della famiglia RoboCon comprendono sistemi di supervisione, di controllo e di simulazione. Comunicano scambiando i dati direttamente con PLC, Robot e sistemi di visione, utilizzando standard SIEMENS e FANUC. Il sistema è in grado di comunicare e acquisire i dati anche attraverso i comuni standard di comunicazione (TCP/IP, RS232, ecc..) ed ha una particolare predisposizione per comunicare direttamente con tutti i sistemi di visione.

1) Utilita’ di Robocon
Attraverso i sistemi di supervisione è possibile:
– Avere il completo controllo sulle funzionalità dell’isola o della automazione sia in locale che da postazioni remote.
– Registrare tutti i dati sensibili sul funzionamento dell’isola (allarmi, tempi ciclo, tempi di utilizzo, …) e quindi ottenere sofisticate ed esaustive statistiche sulla produzione effettiva.
– Poter regolare il funzionamento dell’isola e dell’automazione in base ai risultati ottenuti.
– Poter cambiare il tipo di lavorazione svolto dall’automazione senza intervenire direttamente sui programmi dei Robot e sui singoli dispositivi.
– Visualizzare graficamente attraverso quadri sinottici il funzionamento dell’isola in tempo reale sia in locale che da postazioni remote.
– Fare colloquiare più isole tra loro e con un sistema informativo centrale per l’ottimizzazione del lavoro e della produzione.

2) Moduli di elaborazione

- Sistema di Nesting per pallettizzazione
Questo sistema permette di fare lavorare un Robot come “pallettizzatore intelligente” dandogli la capacità di poter posizionare in modo efficiente elementi tridimensionali di dimensioni arbitrarie.

- Sistema di Nesting per taglio
Questo sistema permette all’automazione di poter tagliare secondo regole prestabilite (e configurabili) i sistemi di taglio (anche robotizzati) ottenendo il minimo sfrido plausibile.

- Sistemi di simulazione
Questi sistemi permettono di simulare il comportamento di una o più isole (di differente complessità) permettendo la giusta programmazione e regolazione dei sistemi automatizzati dell’isola.

CADLAND & TESLA: motore unico per la documentazione aziendale!

CADLAND – società leader in soluzioni metodologiche NPD/NPI e tecnologiche PLM/PDM a supporto del Processo di Sviluppo di Prodotti industriali – è rivenditore ufficiale su tutto il territorio nazionale della suite di soluzioni TESLA, i migliori sistemi di automazione per tutte le pubblicazioni dell’azienda (manuali tecnici, schede tecniche, schede commerciali, parti di ricambio, cataloghi, listini, …).

Richiedi maggiori informazioni su TESLA a marketing@cadland.it
Contatta l'ufficio vendite per un'offerta personalizzata

Le ultimissime News dal mondo TESLA e se vuoi rimanere sempre aggiornato … Iscriviti alla newsletter CADLAND